Prescrizione indennita sostitutiva preavviso contratto agenzia

Prescrizione dell’indennità sostitutiva del preavviso nel contratto di agenzia (e non solo): 5 anni e non 10

Corte di Cassazione, sentenza n. 14062 del 21.05.2021

La Suprema Corte di Cassazione con la sentenza citata in epigrafe è tornata a pronunciarsi su un tema di stretta attualità quale quello del termine di prescrizione delle indennità in caso cessazione del rapporto di lavoro.

Partendo da una serie di principi oramai consolidati per i quali:

  1. in caso di cessazione del rapporto di lavoro, le indennità spettanti sono soggette alla prescrizione quinquennale ex art. 2948 n. 5 cod. civ. e non all’ordinario termine decennale;
  2. che le indennità soggette al termine di prescrizione quinquennale sono tutte le indennità, sia di natura previdenziale che retributiva;
  3. che l’assenza di distinzioni nell’art. 2948 n. 5 cod. civ. induce ad includere nella sua previsione qualsiasi credito del lavoratore purché esso trovi causa nella cessazione del rapporto di lavoro, sia esso subordinato o parasubordinato;
  4. e che pertanto anche l’indennità sostituiva del preavviso deve rientrare nell’art. 2948 n. 5 cod. civ. in quanto detta norma non deve essere interpretata in senso restrittivo;

La Corte conclude nel ritenere soggetta alla prescrizione quinquennale e non decennale l’indennità sostitutiva del preavviso anche nell’ambito del contratto di agenzia.

In definitiva, l’art. 2948 n. 5 cod. civ. deve essere interpretato nel senso che la prescrizione quinquennale riguarda tutte le indennità spettanti per la cessazione del rapporto di lavoro sia esso subordinato che parasubordinato.